Capodanno sul   Sile 2015 di Terry Mancin

Nel silenzio di casa mia chiudo gli occhi e ripenso  al mio capodanno 2015 .Non so se mai riuscirò a portarvi con me  nel mio piccolo mondo ma ci voglio provare nei migliori dei modi ..

è il 31 dicembre 2014 la macchina è già carica fin dal mattino si è deciso di partire di notte ,dove tutti sono a stappare lo spumante e festeggiare l'anno nuovo ,ma io no sono sveglia e pronta a partire per Treviso dove li mi aspetta il fiume Sile . io e mio marito Damiano avevamo sei giorni di vacanza e come due pazzi ,assieme al nostro compagno inseparabile di pesca Riccardo ,decidiamo di passare le nostre vacanze in riva ad un fiume al freddo ,a far ciò che più amiamo PESCARE . Si parte ,l'autostrada è deserta e ci aspettano 4 ore di viaggio ,a me solo un pensiero mi assale ,essere già li alle 8,30 del mattino arriviamo a Casale Sul Sile ,dove ci aspetta Tommaso Cappuccio con un bel caffè caldo e con un sorriso che non dimenticherò mai .

Dopo i saluti e quattro chiacchiere ci porta a vedere il Sile ...per mè è stato amore a prima vista ,sapevo che non era facile ma ero li e ci dovevo provare ...dopo i vari spot visti ,decidiamo di metterci in una rientranza del fiume dove l'acqua è più calma .

Bene siamo pronti per affrontare 6 giorni nella natura e nell'incantevole posto che mi regalerà solo tante emozioni .Si prepara l'accampamento ,ma la voglia di calare le canne in acqua è sempre più forte ,dopo una corsa per piazzare tende e tendine e chi più ne ha più ne metta ,si gonfia il gommone ,ecoscandaglio pronto, giubbini di salvataggio indossati ,e si parte alla scoperta dei fondali che andremo ad affrontare .

IO all'arrivo ho visto vicino riva dei tronchi in acqua e mi ricordo benissimo che dissi a mio marito ,niente storie quel posto è mio e così è stato ,penso che nella pesca come per tante altre cose la determinazione paga sempre . Dopo una mezz'oretta di osservazione dei fondali ho deciso ,la prima canna la calo propio li dove il mio istinto mi ha portato appena arrivati sul posto ......la seconda canna decido di calarla sulla riva opposta su un fondale sabbioso ,profondità di un metro metro e mezzo ,l'ultima la terza canna la calo su un dislivello che parte da un metro fino ad una profondità di sei metri ,la mia canna sarà posizionata sul gradino che va tra i 2 metri 3. Aspettando che mio marito e Riccardo finiscano il loro giro ,io mi preparo gli inneschi ....ho deciso che in questa sessione le mie esche saranno le 666 e le x file ,due scelte di boiles differenti tra loro ma che mi hanno portato sempre ottime catture .

I miei inneschi sono: doppia affondante di 666 e una singola affondante di xfile posizionate su un terminale in fluorocarbon con d rig . AL rientro del giro in gommone di mio marito io sono già pronta ....si parte calato le canne con una massiccia pasturazione di iso teck fruit fresh e iso teck sweet corn , daltronde sono convinta che una buona pasturazione ti porti sempre ottimi risultati ;) Ora dove tutti abbiamo calato ,si aspetta il bip che tanto ci fa sospirare ,ma la vita continua e sapete che vi dico ? la mia ora ,qui , è solo fatta di amicizia e serenità . Il primo giorno in maniera inaspettata ci vengono a trovare amici che da tempo non vedevo e che con piacere ho potuto riabbracciare e scambiare 4 chiacchiere e visita altrettanto gradita ,è stata quella del capo delle guardie di pesca del fiume Sile .Colgo l'occasione per dire a loro che svolgono un'ottimo lavoro per salvaguardare al meglio le sponde del fiume ...ottime persone che con serietà e passione fanno di tutto per rendere a noi pescatori e alla natura che ci circonda un mondo migliore .

La notte comincia a calare ,il freddo si fà sempre più pungente ma noi aspettiamo ,si cena si beve un caffè caldo e si va a riposare ,la giornata è stata intensa e gli occhi si fanno sempre più pesanti ,si aprono le brandine e io in pochi minuti calo nel sonno più profondo . Ore 23 ,30 del giorno primo gennaio 2015 ,dopo solo un'ora di sonno io e mio marito ci svegliamo con un bipppppppppppppppppppppp interminabile ....dice Damiano è quello di Ricky   svegliatiiiiiiii .....sorpresa delle sorprese non era la sua canna ,ma bensì la mia ....quella maledetta centralina non ha suonato ....corro ma si ferma .....ho pensato che avevo perso un'occasione ,rientro in tenda ma dopo pochi secondi rieccola che riparte e io come una furia corro verso di lei ...ferro la canna ,le gambe mi tremano ,non era il freddo ma era solo gioia ,solo emozione ,c'è c'è c'è ............. la porto a riva ,era li davanti a me ,ancora incredula che la prima notte il magnifico Sile mi aveva regalato questa meraviglia ,una carpa a specchio ...ai miei occhi un regalo immenso ,non ci credo la prima notte sono già a mille ,la felicità non solo mia ma anche dei miei compagni e di mio marito è alle stelle .

Si festeggia con un brindisi .....finalmente anche noi potevamo brindare all'anno nuovo ....i giorni passano le giornate sono sempre state piene di amici vecchi e nuovi .....ma quelle è stata l'unica baffuta che si è portato a guadino ,rimpianti ???? si quello che il tempo è passato troppo in fretta ma a me rimane uno dei ricordi più belli che la mia FAMIGLIA FBI E IL SILE MI HANNO REGALATO .....

ci rivediamo grande fiume e................