"L'altra metà del cielo"

Il carpfishing che parola complicata strana, per molte persone estranee al mondo della pesca vuol dire tutto o niente per me e tantissime altre persone è significato di ADRENALINA...

 

COS'È PER ME IL CARPFISHING ?!

Si potrebbe scrivere un libro dalle mille pagine e dalle mille emozioni soprattutto perché vivo questa passione da donna dove in questo sport sono purtroppo rare,

Per questo veniamo definite “ mosche bianche “ ma penso che qualsiasi ragazza  che si avvicina a questa passione ne possa solo rimanere affascinata e innamorata.

 

Cercherò di riassumere il tutto sperando di trasmettere a chiunque leggerà questo articolo quello che vivo io in ogni pescata...

La preparazione di ogni pescata é qualcosa di unico e magico,valutare la linea di esche da utilizzare in base al periodo e al luogo, preparare i terminali più adatti per cercare di ingannare qualche bella baffura e caricare tutto in macchina... in quel preciso momento si è gia a pesca con la mente, mi capita per ogni sessione far fatica prendere sonno passano mille idee per la mente in quel momento per cercare di affrontare la sessione al meglio.La sveglia suona sempre molto prima dell’alba un buon caffè una colazione abbondante e si parte...

Una cosa che faccio appena arrivata sul luogo della pescata è osservare l acqua per valutare eventuali salti, alberi sommersi e con l'aiuto del deaper  o eco anche eventuali scalini sul fondo.

La pasturazione é una fase molto importante e delicata se fatta nella maniera corretta può stravolgere la sessione per questo dedico tempo e cura per questa fase come altrettanta cura nella scelta dello spot, punto cruciale di ogni sessione.

Una volta sistemato tutto e le esche in acqua amo sedermi affianco alle canne e osservare tutto quello che mi circonda natura, acqua fauna ma la cosa che mi rilassa e libera la mente ( cosa che il carpfishing deve fare ) ammiro le punte delle canne, le ammiro per ore aspettando  anche un piccolo movimento perché se si muovono vuol dire che quella baffuta è caduta sul tuo innesco, sulla tua pastura e l’adrenalina  comincia a scorrere nelle vene.

Arriva del momento tanto atteso da un pescatore....

Il segnalatore che suona, la frizione che parte, la punta che si piega verso il basso....

Calma e pazienza si gioca con la frizione, la paura di perderla è sempre tanta e poi... la vedi affiorare dall’acqua e li, quando ancora non sei riuscito ad ammirarla partono mille viaggi di mente sulla livrea, peso e qualsiasi altra cosa ti può passare per la mente.

Tac nel guadino che tieni cosi stretto e ora si che puoi ammirarla tutta in tutta la sua bellezza perché grande o piccola che sia è sempre un emozione unica e ogni cattura ti lascia quel perché, quel perché che ti rimarrà per sempre impresso nella mente...

Mi ricordo ogni cattura ogni pescata e anche ogni cappotto  solo grazie a quelli si può crescere,spero di non dimenticare mai ogni particolare e per far si che questo non accadi con certezza io scatto scatto foto di ogni particolare ogni momento è magico a pesca e non voglio dimenticarne nessuno per nulla al mondo. Il carpfishing che parola complicata strana, per molte persone estranee al mondo della pesca vuol dire tutto o niente per me e tantissime altre persone è significato di ADRENALINA..

GIADA DOMENICONI 
TEAM FBI