Pesca in acqua corrente 

Eccomi qui a raccontare un’altra delle mie sessioni di pesca e stavolta lo scenario e lo spot sono ben differenti da dove pesco di solito.Il fiume è un  luogo molto affascinante ma altrettanto impegnativo sotto alcuni punti di vista,acqua corrente ostacoli rive scoscese alberi in acqua,insomma un ambiente molto differente rispetto ad un acqua ferma,questo spot richiede massima accuratezza e soprattutto una certa esperienza per poter scegliere quello che sarà lo spot di pesca. Dopo svariati sopralluoghi e qualche consiglio di qualche pescatore che conosce bene le zone sono arrivato alla scelta del luogo dove svolgere la mia sessione di due notti. Quando scelgo uno spot, in un posto che affronto per la prima volta, mi baso sulla ricerca e l’osservazione di segnali che mi indicano la  presenza di carpe.Per finire ,una bella chiacchierata con un pescatore locale può aumentare gli imput nella scelta definitiva  dello spot.Per questa battuta ho scelto una curva di un fiume dove l’acqua ha un bel rigiro e alcune sassaie presenti nel sottoriva.Il periodo e la luna con L’abbassare delle temperature non vanno di certo trascurati,infatti il periodo scelto è fine ottobre quando la luna è piena ed è prevista una perturbazione con nebbia, pioggia e temperatura sui 7 gradi, con pressione in aumento……..fattori determinanti per avere qualche possibilità di catturare,ma che sicuramente variano da ambiente ad ambiante.

Per affrontare questo spot mi sono organizzato una settimana prima con pasturazione preventiva usando palle generose di method con all’interno liquidi attrattivi e boiles tritate proseguendo poi con una buona quantità di boiles da pastura di diametro 20 mm.per quanto riguarda il posizionamento delle canne pescando in acqua corrente dove arrivano detriti erba trascinati dalla corrente il mio approccio e quello di puntare le canne con la punta verso il basso e immergerla accompagnando la treccia con un affondafilo a sgancio rapido.arrivato sulla scelta del terminale mi sono affidato ad un d rig realizzato tutto in fluorocarbon da 60 con una lunghezza di circa 42 cm,terminale molto rigido zero movimento ben disteso sul fondale in modo da non aggrovigliarsi nelle fasi di lancio che nel momento in cui si adagierà sul fondo,l’innesco ho scelto un omino 20/15 con un contrasto cromatico rosso scuro e bianco.

L’attesa di una partenza si fa sentire nel cuore della notte circa 2:40 sento svariati bip esco fuori e vedo la punta della canna muoversi a colpi,ferro recupero e sento poca resistenza alla fine arriva una Brema,preparo subito la canna per rilanciare e sento sfrizionare l’altra,appoggio la canna da lanciare e ferro,capisco subito che e un pesce diverso,oppone resistenza ma alla fine finisce a guadino una regina panciuta molto bella e un pesce di una certa mole.oramai l’umore e alle stelle la felicità di aver interpretato lo spot nel migliore dei modi questi mi gratifica molto.la sessione finisce con ben 3 partenze di cui solo una finisce a guadino le atre 2 si incagliano su ostacoli e poi si slamano.che dire contento del risultato non mi resta che tornare a casa soddisfatto e pianificare la prossima sessione.

Salvatore Capone Team FBI